Pagina 1 di 1

MODULO S88 con assorbitori integrati di Daniele Pulcini

Inviato: martedì 13 giugno 2006, 19:38
da ALESSANDRO
Ho realizzato da tempo l'S88 e stò montando sul plastico. Premetto che come centralina mi sono autocostruito la DCC gen di Paco, la quale legge anche tutti i sensori di presenza dell'S88. Ho fatto il collaudo della funzionalità  del modulo+ sensori realizzando un piccolo anello diviso in due metà  col quale ho verificato che al passaggio su ogni tratta si accendesse il numero corretto in funzione del morsetto collegato. Tutto ok.
Però una volta collegato il cavo di collegamento alle tratte reali (una piattina con filo da 0,75) ho visto che per le tratte con filo superiore al metro e cinquanta, mi compariva sulla centralina il numero di tratta fisso sul display, anche se sulla tratta non c'è assolutamente nessun dispositivo.
Ho fatto alcune prove mettendo un filo da 0,50 e si può arrivare anche a 2,5 m. Se collego due fili separati di 2 m.(non chiusi nella plastica esterna della piattina non si crea alcun problema).
Credo che la sensibilità  dei sensori venga influenzata dalla resistenza dei cavi collegati e forse anche dalla vicinanza dei due cavi di massa e segnale DCC.
Qual'è la vostra opinione? Ci sono modifiche da fare ai sensori o al modulo S88?Come posso uscire da questa situazione?
Tenete in considerazione che più della metà  dei collegamenti sono oltre i due metri anche fino a 4,5 m.
Che devo fare?per il momento mi sono fermato, attendo un vostro aiuto.
Cordialmente Alessandro.

Inviato: martedì 13 giugno 2006, 20:40
da leggera
Stai facendo un collegamento altamente sconsigliato.
Sai quanti troiai ti raccoglie il cavo dal binario al sensore ?
La sezione del cavo è ininfluente.

2 possibili soluzioni:

1 _

Aumenti il numero degli S88 in modo da essere al max. 50/60 cm dai binari.

2 _

Metti un cavo schermato ( come quello dell'antenna TV ), ma non so se funziona.
Ho qualche perplessità .

Io non ho MAI avuto problemi.
Ho 12 S88.

Ciao

Inviato: martedì 13 giugno 2006, 20:46
da Buddace
Bhe a Brescia avevamo 30 m di bus88 senza problemi.

Inviato: martedì 13 giugno 2006, 20:56
da leggera
Buddace ha scritto:Bhe a Brescia avevamo 30 m di bus88 senza problemi.


Il problema non è nel bus, ma nei collegamenti della tensione ai binari.

Ho capito bene ??

Inviato: mercoledì 14 giugno 2006, 12:02
da ALESSANDRO
leggera ha scritto:
Buddace ha scritto:Bhe a Brescia avevamo 30 m di bus88 senza problemi.


Il problema non è nel bus, ma nei collegamenti della tensione ai binari.

Ho capito bene ??

BENISSIMO. stamattina ho provato con un filo schermato di 1,5 m. niente da fare. Allora ho "sguainato" il mio cavo a piattina da 0,75 e ho separato i due cavi. Prima ho provato con 1,5 m. tutto OK, poi con due fili singoli da 0,5 di diametro lunghi 4 metri. tutto OK. Devo ancora provare con due fili sguainati da 0,75. Ora sono certo che il problema è legato alla vicinanza dei due cavi di massa e di segnale, come se sofrissero di una reciproca induttanza.
Sapete spiegarmi il perchè? posso fare qualcosaltro o dovrò sguainare i cento metri di piattina che ho acquistato.
Cordialmente Alessandro.

Re: MODULO S88 con assorbitori integrati di Daniele Pulcini

Inviato: domenica 8 settembre 2019, 11:39
da lucaregoli
Tiro su questo vecchio filetto in quanto ho lo stesso problema segnalato.
Premetto che non uso i sensori di assorbimento collegati ad un S88; le uscite dei sensori, vengono polarizzate ed entrano su un arduino mega per la gestione del pannello indicatore della stazione.
Avevo due tratte "lontane" dal modulo di rilevazione, e con la opportuna "sguainatura" dei fili di ingresso ho risolto il problema.
Mi resta ancora un problema aperto che mi sta facendo impazzire.
Ho sezionato il plastico dal punto di vista elettrico e gli elicoidali sono considerati un unica tratta. Lo sviluppo binari dell'intero elicoidale (siamo in scala N) è di circa 3 metri.
Appena collego l'elicoidale al sensore, mi mette subito a massa l'uscita, come se sentisse un'occupazione che non c'è.
Prima di demolire tutto, qual'è la massima lunghezza di binario su cui possono funzionare questi sensori?
Avete qualche esperienza in merito?
Grazie
Luca

Re: MODULO S88 con assorbitori integrati di Daniele Pulcini

Inviato: domenica 8 settembre 2019, 12:45
da leggera
Ciao Luca,

Nel mio plastico modulare avevo una marea di connessioni.
I cavi erano cablati a mano non proprio perfetti.
A volte avevo dei falsi contatti, dovuti proprio ai cavi.
La lunghezza c'entra poco, almeno nel mio caso.
Ti posso dire che a volte non era il cavo collegato alla s88 che fa le bizze, ma magari quello prima o quello prima ancora. Con gli s88n con il connettore LAN questi problemi sono spariti.
Adesso sto ricablando il tutto con i sensori loconet di Fagnani-Gargiulo,

Re: MODULO S88 con assorbitori integrati di Daniele Pulcini

Inviato: domenica 8 settembre 2019, 14:25
da lucaregoli
Ciao Daniele,
non penso sia un problema di falso contatto. Tutti i cavetti di connessione hanno i terminali stagnati che sono ben stretti nei terminali a vite del modulo di assorbimento. Ho anche scambiato i moduli di assorbimento che ho, per essere certo che non ci fosse qualche optoisoltatore guasto, ma nulla cambia.
Se il binario che collego è lungo circa 70-80 cm, non ho problemi; se è più lungo, la porta va sempre a massa anche se nulla sta sul binario.
I fili di collegamento binario-modulo sono da 0,75 staccati tra loro. Forse c’è un pó di rumore elettromagnetico dovuto a trasformatori, booster dcc, arduino etc, ma mi piacerebbe capire cosa si possa fare per una gestione “pulita”.

Re: MODULO S88 con assorbitori integrati di Daniele Pulcini

Inviato: domenica 8 settembre 2019, 19:14
da lucaregoli
Ho limitato ad un metro circa la tratta di binario da controllare e ora tutto funziona.
Non ho capito perchè, ma ora va perfettamente.... Se la tratta da controllare diventa più lunga di un metro, l'uscita del rilavotore va a massa. Ora, tenuto conto di questa limitazione, mi serviranno un paio di schede di rilevazione in più.... ;)