Digitalizzare la 428-192

Discussioni inerenti l'esecizio, l'installazione e la gestione di sistemi digitali per il modellismo ferroviario.

Moderatori: Luca.Rubini, Seba55, peppardo

Messaggio
Autore
albverd
DCCReady
Messaggi: 18
Età: 58
Iscritto il: martedì 4 dicembre 2012, 16:46
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Arnold Roco Lokmaus Lenz interfaccia USB
Località: Mascalucia CT

Digitalizzare la 428-192

#1 Messaggioda albverd » lunedì 6 gennaio 2014, 11:23

Ho deciso di digitalizzare la mia RR 428-192 (quella della RivaRossi Italiana). Ovviamente non vi è alcuna predisposizione per il decoder. Sul circuito stampato sono saldate due induttanze in corrispondenza dei contatti delle lamelle di captazione dei carrelli ed un condensatore antidisturbo. Li devo rimuovere tutti prima di installare il decoder o possono restare? Attendo Notizie !!!
Alberto

carmaxspe
PlasticoDigitale
Messaggi: 579
Età: 65
Iscritto il: martedì 9 novembre 2010, 21:40
Scala: HO
Ho il plastico: No
La mia centrale digitale.: Lenz LZV100 - Lenz LH100 - Roco Multimaus - XpressNet DCC-A100
Località: Sarzana (SP)

Re: Digitalizzare la 428-192

#2 Messaggioda carmaxspe » lunedì 6 gennaio 2014, 12:22

albverd ha scritto:Ho deciso di digitalizzare la mia RR 428-192 (quella della RivaRossi Italiana). Ovviamente non vi è alcuna predisposizione per il decoder. Sul circuito stampato sono saldate due induttanze in corrispondenza dei contatti delle lamelle di captazione dei carrelli ed un condensatore antidisturbo. Li devo rimuovere tutti prima di installare il decoder o possono restare? Attendo Notizie !!!

Sì, le devi eliminare o bypassare perché con tension alternate (come in DCC) un'induttanza
forma un'impedenza al passaggio del segnale.

Stavo per aprire un nuovo thread, ma questo mi capita a fagiolo.

Devo digitalizzare una piccola locomotiva H0e (vedi foto) non predisposta e vorrei mantenere
la circuiteria originale il più integra possibile.

Immagine

Ora, posso bypassare le induttanze (una per lato) connettendo il rosso e nero del decoder a
monte di queste, direttamente alle lamelle prendicorrente.

I condensatori li ho sempre estirpati ma ora mi chiedo perché sia elettronicamente necessario.

Dal grigio/arancio non escono 12v come in analogico?

Poi una curiosità : questa macchina, oltre al condensatore ai connettori del motore, ne ha uno
per lato da connettore del motore a carcassa dello stesso, non avevo mai visto una simile soluzione.
Massimo Carozzo

albverd
DCCReady
Messaggi: 18
Età: 58
Iscritto il: martedì 4 dicembre 2012, 16:46
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Arnold Roco Lokmaus Lenz interfaccia USB
Località: Mascalucia CT

Re: Digitalizzare la 428-192

#3 Messaggioda albverd » lunedì 6 gennaio 2014, 14:37

Grazie per il sugerrimento di bypqassare le induttanze. Sono d'accordo sul mantenere la macchina il più integra possibile non mi andava di smantellare troppi componenti. L'installazione dei decoder è sempre invasiva. Credo però nonstante qualche riserva sostituirò le due micro lampade ad incandescenza con led SMD e se non ci sono intoppi monterò anche le luci nelle cabine da attivare tramite le funzioni F1 ed F2.
Lascierò al momento il condensatore. se crea problemi in fase di collaudo lo toglierò.
Per la tensione di uscita su Grigio/Arancio la risposta è No. La tensione e di circa 15 V ad onda quadra che funge da portante ai segnali di comando
due condensatori sono veramente anomali di solito c'è ne uno solo in parallelo. In caso di connessione del motore al decoder Suggerisco di rimuoverli.


carmaxspe ha scritto:
albverd ha scritto:Ho deciso di digitalizzare la mia RR 428-192 (quella della RivaRossi Italiana). Ovviamente non vi è alcuna predisposizione per il decoder. Sul circuito stampato sono saldate due induttanze in corrispondenza dei contatti delle lamelle di captazione dei carrelli ed un condensatore antidisturbo. Li devo rimuovere tutti prima di installare il decoder o possono restare? Attendo Notizie !!!

Sì, le devi eliminare o bypassare perché con tension alternate (come in DCC) un'induttanza
forma un'impedenza al passaggio del segnale.

Stavo per aprire un nuovo thread, ma questo mi capita a fagiolo.

Devo digitalizzare una piccola locomotiva H0e (vedi foto) non predisposta e vorrei mantenere
la circuiteria originale il più integra possibile.

Immagine

Ora, posso bypassare le induttanze (una per lato) connettendo il rosso e nero del decoder a
monte di queste, direttamente alle lamelle prendicorrente.

I condensatori li ho sempre estirpati ma ora mi chiedo perché sia elettronicamente necessario.

Dal grigio/arancio non escono 12v come in analogico?

Poi una curiosità : questa macchina, oltre al condensatore ai connettori del motore, ne ha uno
per lato da connettore del motore a carcassa dello stesso, non avevo mai visto una simile soluzione.
Alberto

carmaxspe
PlasticoDigitale
Messaggi: 579
Età: 65
Iscritto il: martedì 9 novembre 2010, 21:40
Scala: HO
Ho il plastico: No
La mia centrale digitale.: Lenz LZV100 - Lenz LH100 - Roco Multimaus - XpressNet DCC-A100
Località: Sarzana (SP)

Re: Digitalizzare la 428-192

#4 Messaggioda carmaxspe » lunedì 6 gennaio 2014, 18:33

albverd ha scritto:.....Per la tensione di uscita su Grigio/Arancio la risposta è No. La tensione e di circa 15 V ad onda quadra che funge da portante ai segnali di comando


Ok, allora anche il condensatore in parallelo ai contatti del motore va levato sicuramente
perché alle alte frequenze cortocircuiterebbe la tensione di alimentazione.

Come ho detto io ho sempre levato tutto però, ultimamente, ho digitalizzato un ETR Lima ed ho
lasciato le lampade originali dimmando le uscite.

Tutto sommato è più semplice che mettere led ed i relativi resistori ed i risultati sono soddisfacenti
se, ovviamente, usi un decoder che si porta 70mA per ogni uscita funzione.

P.S. Non ho trovato un RR 428.192
Massimo Carozzo

railroader64
PlasticoDigitale
Messaggi: 103
Iscritto il: lunedì 3 maggio 2004, 23:25

Re: Digitalizzare la 428-192

#5 Messaggioda railroader64 » mercoledì 8 gennaio 2014, 2:16

...io ne ho digitalizzate tre di quelle locotender della Liliput......una, la 141484 è più facile da fare perchè ha il circuitino con i colori per i fili...le altre due sono come nella foto di cui sopra...io quei "cosi" li ho tolti con le tronchesine...poichè su una macchina, per dissaldarli, ci ho rimesso il motore....fortuna il servizzio ricambi Liliput.....INECCEPIBILE!...
l'unica pecca di quelle macchine è che non hanno le luci....e io non sono neanche capace di costruirle e aggiungerle...

carmaxspe
PlasticoDigitale
Messaggi: 579
Età: 65
Iscritto il: martedì 9 novembre 2010, 21:40
Scala: HO
Ho il plastico: No
La mia centrale digitale.: Lenz LZV100 - Lenz LH100 - Roco Multimaus - XpressNet DCC-A100
Località: Sarzana (SP)

Re: Digitalizzare la 428-192

#6 Messaggioda carmaxspe » mercoledì 8 gennaio 2014, 9:19

railroader64 ha scritto:......io quei "cosi" li ho tolti con le tronchesine...poichè su una macchina, per dissaldarli, ci ho rimesso il motore.......


La miseria! E che cosa hai usato? Un cannello ossidrico da taglio?

railroader64 ha scritto:.....l'unica pecca di quelle macchine è che non hanno le luci....e io non sono neanche capace di costruirle e aggiungerle...

Il lavoro lo sto facendo per un amico e gliene sto preparando due perché la prima la vuole
italianizzare modificando alcune cose.
Anche lui vorrebbe mettere le luci ed abbiamo provato con dei microled da 1mm.
Ammesso che uno trovi le lampade e riesca a fissarle sul pancone poi il problema è
dove fare passare i fili per portarli dentro la cassa.
Massimo Carozzo

railroader64
PlasticoDigitale
Messaggi: 103
Iscritto il: lunedì 3 maggio 2004, 23:25

Re: Digitalizzare la 428-192

#7 Messaggioda railroader64 » mercoledì 8 gennaio 2014, 23:56

...il fatto è che ho un saldatore a punta un pò grossa...e a causa di una distrazione sono rimasto troppo a lungo sulla linguetta dove è saldato il condensatore.. :D

Avatar utente
peppardo
DCCMaster
Messaggi: 3154
Età: 62
Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 19:50
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: digitrax superchief 8amp
Località: MILANO/BARI

Re: Digitalizzare la 428-192

#8 Messaggioda peppardo » sabato 18 gennaio 2014, 2:05

carmaxspe ha scritto:Anche lui vorrebbe mettere le luci ed abbiamo provato con dei microled da 1mm.
Ammesso che uno trovi le lampade e riesca a fissarle sul pancone poi il problema è
dove fare passare i fili per portarli dentro la cassa.

potresti provare o con il filo degli avvolgimenti quello smaltato, oppure sguiani un filo da decoder ed usi i singoli fili che formano la treccia....io ho risolto cosi con una macchina da manovra della Lima che non aveva le luci....usando dei led però....


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti