Chi mi spiega le potenzialità  del SCRP ????

L'angolo degli smanettoni .Discussioni inerenti lo sviluppo di nuovi progetti DCC o l'hack di sistemi commerciali.

Moderatori: Luca.Rubini, Seba55

Messaggio
Autore
Avatar utente
leggera
DCCMaster
Messaggi: 1619
Iscritto il: lunedì 5 luglio 2004, 19:47
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Intellibox 1 + decoder DCC + S88 autocostruiti + Nanoxallinone
Località: ------------------ Quercegrossa (SI) ------- Follonica (GR)
Contatta:

Chi mi spiega le potenzialità  del SCRP ????

#1 Messaggioda leggera » lunedì 1 ottobre 2007, 14:23

Non riesco a capire come mai tanta ostinazione a usare un tipo di gestione per il plastico che necessita di un PC acceso ed una serie di componenti montati con fili volanti etc.

Forse mi sfugge qualcosa, ma io non ci vedo niente di positivo rispetto ad una DCC-Gen od una NanoX.

Ringrazio chi mi saprà  dare delucidazioni " terra-terra "

Ciao
Daniele Pulcini - Plastico Chianti
Intellibox
Train Controller 5.5C5
Train Programmer 5.8B1

Avatar utente
sergio
PlasticoDigitale
Messaggi: 241
Iscritto il: mercoledì 8 settembre 2004, 23:06
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: lokmause compact DCC_Gen Gen_Li zDCC Rocrail
Località: Chiaravalle (AN)
Contatta:

#2 Messaggioda sergio » lunedì 1 ottobre 2007, 15:20

Dico la mia, che non ha alcuna valenza tecnica, ma che rispecchia il mio modo di vedere le cose.
L' SRCP e' una invenzione brillante che consente di avere una centralina nel PC (espletato dal famoso DDW - aggratis), e con dei sw (Client) generalmente anche loro freeware. Basta avere un booster da pochi euro ed hai un "minimo" per fare DCC!!!

Tutti il resto che hai citato , sempre secondo me, e' preferibile da usarsi dopo, quando ti nascono nuove esigenze, perche' dietro a quella roba ci attacchi anche dei sw potenti - ma mai gratis - (forse a parte il JMRc come diavolo si chiama...)

Quindi sono due mondi diversi. Il primo puo' servire per iniziare, al secondo si arriva dopo.

E come sempre mi spiego con un esempio; ieri ho visto un filmato televisivo sulle ferrovie svizzere. Prima ogni tanto ci viaggiavo; quindi all' inizio mi ha creato nostalgia. Poi ad un certo punto, oltre ai viadotti, gallerie, linee banalizzate, cioe' convogli che passano tranquillamente da un binario all' altro delle linee a doppio binario, poi ad un certo punto hanno mostrato anche convogli merci fatti con qudruple :shock: (diconsi 4 motrici sotto sforzo!!!) A questo punto dici, e no, una cosa del genere la voglio anch'io!! Come la fai? Con l' SRCP??? Ma non credo, qui ci vuole un bel sw e via discorrendo, no?
I tecnici, gli americanisti (che devono mettere loco, davanti, in mezzo e dietro) cosa dicono??
Saluti
Sergio

amario
PlasticoDigitale
Messaggi: 393
Iscritto il: sabato 20 novembre 2004, 15:30
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Nanox_S88 Minimaus Simplemaus Xwl GenLi BoosterCDE Lokmaus2CDE Lokmaus
Località: Valle Seriana
Contatta:

#3 Messaggioda amario » lunedì 1 ottobre 2007, 17:25

Sono due diversi modi per giocare con i trenini :lol: .
Usare una centralina ti permette di manovrare i singoli convogli a mano... con una centrale comandata da un software (dicasi Srcp o commerciali tipo TrainController) ti permettono a mio parere di automatizzare una serie di manovre e di percorsi che ne hai voglia di fare a mano.
Leggera, mi sembra strano che tu faccia questa domanda, non usi Train Controller??
Ma lo usi nel pieno delle sue possibilità ??
Forse chiedi le differenze tra un sw di tipo commerciale e sw liberi che usano SRCP??
Spiegati meglio, per far capire a tutti quello che vuoi dire.
Un mio caro amico ha impostato con TC una manovra programmata in stazione di testa che faceva il cambio in testa della loco sul convoglio passeggeri in partenza con sganci e agganci automatizzati e ti dico la cosa faceva veramente impressione.
Non credo questo sia possibile con una semplice centralina.
Ciao

Avatar utente
leggera
DCCMaster
Messaggi: 1619
Iscritto il: lunedì 5 luglio 2004, 19:47
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Intellibox 1 + decoder DCC + S88 autocostruiti + Nanoxallinone
Località: ------------------ Quercegrossa (SI) ------- Follonica (GR)
Contatta:

#4 Messaggioda leggera » lunedì 1 ottobre 2007, 23:31

Ma l'SCRP, se non mi sbaglio, non è un programma che genera SOLO il segnale DCC prelevabile attraverso la seriale ?

Giusto o sbagliato ??
Daniele Pulcini - Plastico Chianti
Intellibox
Train Controller 5.5C5
Train Programmer 5.8B1

amario
PlasticoDigitale
Messaggi: 393
Iscritto il: sabato 20 novembre 2004, 15:30
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Nanox_S88 Minimaus Simplemaus Xwl GenLi BoosterCDE Lokmaus2CDE Lokmaus
Località: Valle Seriana
Contatta:

#5 Messaggioda amario » martedì 2 ottobre 2007, 11:26

In parole povere emula una centralina DCC.
Infatti il pc si collega tramite seriale al solo booster, il pc con il sw SRCP genera i comandi dcc e il booster li potenzia per la linea.
Spero di averti chiarito i dubbi.

Avatar utente
leggera
DCCMaster
Messaggi: 1619
Iscritto il: lunedì 5 luglio 2004, 19:47
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Intellibox 1 + decoder DCC + S88 autocostruiti + Nanoxallinone
Località: ------------------ Quercegrossa (SI) ------- Follonica (GR)
Contatta:

#6 Messaggioda leggera » martedì 2 ottobre 2007, 11:50

amario ha scritto:In parole povere emula una centralina DCC.
Infatti il pc si collega tramite seriale al solo booster, il pc con il sw SRCP genera i comandi dcc e il booster li potenzia per la linea.
Spero di averti chiarito i dubbi.



Perfetto !!!
Allora avevo capito bene.

Riparto con la mia domanda iniziale.

Quali sono i vantaggi ad avere il SRCP, tutta quella serie di collegamenti per avere un segnale DCC, che a quanto sembra di dubbia qualità , rispetto ad una centrale piccola ergonomica come la DCC Gen o NanoX ?
Daniele Pulcini - Plastico Chianti
Intellibox
Train Controller 5.5C5
Train Programmer 5.8B1

Avatar utente
cicocri
PlasticoDigitale
Messaggi: 805
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 22:37
Scala: N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico e Digitale
Località: Forli
Contatta:

#7 Messaggioda cicocri » martedì 2 ottobre 2007, 12:30

Che costa enormemente meno...... per fare una nanox o altri devi spendere, oltre al booster che già  utilizzi per l'srcp, per la centrale ed eventuali palmari.... poi se ti vuoi appoggiare ad un software.. altri euro.. mentre srcp.. trovi quasi tutto a gratis.... per cominciare e valutare le potenzialita del dcc.. penso sia il N° 1 assieme al locotopo, compact e commander.
PROTETTO DA
Immagine
Firma:
Non trovare difetti.... Trova rimedi e provvedi....Se puoi

greenant
PlasticoDigitale
Messaggi: 521
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 17:50
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Contatta:

#8 Messaggioda greenant » martedì 2 ottobre 2007, 13:31

Detto in soldoni, le centraline tradizionali usano, per comunicare tra di loro e con i vari accessori, alcuni protocolli tra i quali, i più famosi sono Loconet, expressnet, can bus di zimo

I software per pc che emulano le centraline (e i loro accessori) utilizzano per comunicare tra di loro l'SRCP

Quindi tu nella realtà  hai l'intellibox che fa da master xpressnet ed è collegata ai binari e riceve i comandi dai vari palmari, sul pc invece avrai un server SRCP che è connesso ai binari o tramite il booster direttamente (ddw) oppure tramite una centralina fisica, e riceve i comandi dai vari client srcp disseminati su vari computer (o sul pc stesso)

Quindi il grosso vantaggio dell'srcp è che è l'unico protocollo standardizzato che permette ai vari software (di questo genere) presenti in una lan di comunicare tra di loro
Programming today is a race between software engineers striving to build bigger and better idiot-proof programs, and the universe trying to produce bigger and better idiots. So far, the universe is winning

greenant
PlasticoDigitale
Messaggi: 521
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 17:50
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Contatta:

#9 Messaggioda greenant » martedì 2 ottobre 2007, 13:33

leggera ha scritto:Quali sono i vantaggi ad avere il SRCP, tutta quella serie di collegamenti per avere un segnale DCC, che a quanto sembra di dubbia qualità , rispetto ad una centrale piccola ergonomica come la DCC Gen o NanoX ?


Non confondiamo l'SRCP in se con le applicazioni che si basano su esso

La prima domanda che dovresti fare è : cosa è l'SRCP?
Programming today is a race between software engineers striving to build bigger and better idiot-proof programs, and the universe trying to produce bigger and better idiots. So far, the universe is winning

Avatar utente
leggera
DCCMaster
Messaggi: 1619
Iscritto il: lunedì 5 luglio 2004, 19:47
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Intellibox 1 + decoder DCC + S88 autocostruiti + Nanoxallinone
Località: ------------------ Quercegrossa (SI) ------- Follonica (GR)
Contatta:

#10 Messaggioda leggera » martedì 2 ottobre 2007, 13:38

Ma l'SCRP, se non mi sbaglio, non è un programma che genera SOLO il segnale DCC prelevabile attraverso la seriale ?

Giusto o sbagliato ??
Daniele Pulcini - Plastico Chianti
Intellibox
Train Controller 5.5C5
Train Programmer 5.8B1

AlexWARE
TrenoDigitale
Messaggi: 90
Iscritto il: martedì 28 giugno 2005, 23:55
Scala: H0 N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: SCRP - DCCGEN - MULTIZENTRALE - MX31ZL - ECOS 2
Località: Torino

#11 Messaggioda AlexWARE » martedì 2 ottobre 2007, 19:26

Ciao Daniele,

posso dirti la mia visto che ho cominciato con l'SCRP e proseguito con la DCC Gen....

In effetti credo sia come accennava Sergio, ovvero che l'SCRP è comodo per iniziare, poi si cercano soluzioni diverse ...

Personalmente, ho iniziato con l'SCRP perchè mi ha permesso di usare il computer investendo esclusivamente nell'autocostruzione del booster.
Con poche lire, essendo comunque un hobbista elettronico, sono riuscito a muovere i treni in digitale utilizzando il pc che avevo già .
Poi, essendomi stufato di accendere il computer ogni qual volta volevo giocare, ho cercato una soluzione stand-alone che mi permettesse di gestire i treni senza il boot del pc.

In ogni caso, ritengo che l'SCRP conservi dei vantaggi nella gestione degli itinerari e se si vogliono realizzare complessi particolarmente sofisticati dove il segnale di controllo che arriva al binario è generato da diversi "client" che agiscono in rete.

Per farti un esempio, la potenzialità  dell'SCRP stà  nell'avere un server che gestisce tutte le richieste provenienti da diversi clients che comunicano tra di loro su una vera e propria rete informatica con un protocollo che è esattamente il medesimo.
Disponendo di una rete di clients (anche WI-FI, ovvero il wireless "informatico") hai la possibilità  di caricare, per esempio, un software per gestire gli itinerari, un software (o più) per gestire le locomotive e un qualche altro client per gestire un qualsiasi dispositivo DCC. Il server provvede a raccogliere tutti questi dati via rete e li traduce in segnale DCC tramite il booster sul binario. In questo modo, potresti, per esempio, avere dei palmari PocketPC collegati in wireless al computer che gestiscono le locomotive tramite il loro schermo touch screen, mentre su un altro client (PC), un simulatore di percorsi ti consente di modificare la posizione degli scambi con un semplice click del mouse.

Estendendo la rete ad Internet (il protocollo di comunicazione tra i pc è il TCP/IP), potresti (qualcuno lo ha già  fatto per certo) pilotare un plastico in remoto semplicemente interfacciando il client ad un server collegato al plastico.

Credo che situazioni del genere siano irriproducibili con qualsiasi centrale commerciale!!!!

Naturalmente tutto il discorso ha senso per automatismi di una certa importanza e se non si ha un rifiuto genetico verso l'informatica :D :D :D
Alex

scorpion73
TrenoDigitale
Messaggi: 76
Iscritto il: domenica 5 novembre 2006, 12:30
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Rho (MI)

#12 Messaggioda scorpion73 » martedì 2 ottobre 2007, 21:27

Ciao Daniele.
Anche io sono un digitalista che è partito con l'SRCP + Railroad Express come client. Innanzitutto confermo che il segnale digitale che esce dall'SRCP è abbastanza "sporco" ovvero non molto stabile e questo influisce sul plastico nella seguente maniera:
- a PC acceso e client SRCP non attivo in teoria non dovresti avere "tensione" sul tracciato (tensione che comanda una locomotiva intendo) e quindi piazzando una loco qualsiasi sul binario questa non dovrebbe muoversi: ebbene non è così, la loco praticamente impazzisce e va avanti a scatti a massima velocità  sino a che non attivi il client e porti la velocità  a zero
- a PC acceso e client attivato non so come ma l'accensione dell'impianto di illuminazione (alimentato in corrente continua) interferisce ancora con il comando e fa partire la loco anche se non comandata
- non so se per colpa del client o del sistema SRCP ogni tanto qualche scambio non scatta e questo blocca il servizio automatico impostato in quanto hai delle indebite invasioni di blocchi non previsti dalla programmazione del client
- per come è conformato il DDW (il server che emula la centrale DCC) non è possibile gestire più di 4 funzioni delle locomotive e questo è un grosso limite specie per le loco sonore, che hanno sino ad 8 suoni
- non c'è un client che supporta SRCP in grado di gestire gli itinerari (come ad esempio windigipet, che però richiede una centrale "vera" per funzionare: ho provato con l'emulatore 605 ma a me non funziona).
- non è possibile comandare contemporaneamente binario di programmazione e plastico da PC e palmare Lokmaus: ogni volta devi cambiare cablaggi e non è possibile per esempio far andare il tracciato in modalità  PC e comandare un solo treno con il maus per il semplice motivo che sia il PC che il maus si devono collegare all'ingresso master del booster (che ovviamente è solo uno) e se colleghi il maus sullo slave bruci irreparabilmente il booster (te lo dico per esperienza).

Per tutte queste ragioni, pur considerata l'enorme economicità  del sistema SRCP (praticamente non costa nulla), in base a tutti i limiti sopra elencati dopo circa 6 mesi che lo utilizzo ho deciso di investire su una Intellibox e su Windigipet, passando a qualcosa di più stabile e strutturato.
La mia sensazione è che l'SRCP sia un sistema intelligente ed economico per iniziare con il digitale, un ottimo primo passo per cominciare a capire come gira il fumo, ma la mia sensazione è che in realtà  non sia stato testato sino in fondo e le stranezze capitate a me ne sono la prova: inoltre è abbastanza rischioso per l'hardware in quanto non ti perdona alcun errore di cablaggio(ho fatto fuori due booster per collegamente sbagliati)
Quindi se vuoi fare un salto di qualità  nella gestione di un plastico a mio avviso la soluzione è scegliere una centrale "vera" ed un software "vero", almeno questo vale per me.
Spero di aver risposto alla tua domanda

Massimo

Avatar utente
Buddace
Site Admin
Messaggi: 15853
Età: 41
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 17:25
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: TMWDCC TBX zDCC Lokmaus2 HornbySelect Arnold Intellibox Claudia_CommandStation
Località: Torino
Contatta:

#13 Messaggioda Buddace » martedì 2 ottobre 2007, 22:34

- non c'è un client che supporta SRCP in grado di gestire gli itinerari (come ad esempio windigipet, che però richiede una centrale "vera" per funzionare: ho provato con l'emulatore 605 ma a me non funziona).

Railyplan supporta itinerari.....

- a PC acceso e client SRCP non attivo in teoria non dovresti avere "tensione" sul tracciato (tensione che comanda una locomotiva intendo) e quindi piazzando una loco qualsiasi sul binario questa non dovrebbe muoversi: ebbene non è così, la loco praticamente impazzisce e va avanti a scatti a massima velocità  sino a che non attivi il client e porti la velocità  a zero

i booster decenti ameno di un problema senza segnale dcc in ingresso non devono dare al cuna tensione sui binari.

- per come è conformato il DDW (il server che emula la centrale DCC) non è possibile gestire più di 4 funzioni delle locomotive e questo è un grosso limite specie per le loco sonore, che hanno sino ad 8 suoni

Dipende dal client non dal server. Il serve 8 funzioni le supporta.
Fondatore e amministratore di DCCWorld

http://www.DCCWorld.com - il sito dedicato interamente ai sistemi di controllo digitale per il modellismo ferroviario.

scorpion73
TrenoDigitale
Messaggi: 76
Iscritto il: domenica 5 novembre 2006, 12:30
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Rho (MI)

#14 Messaggioda scorpion73 » martedì 2 ottobre 2007, 22:39

Ciao Buddace.
Io in questo momento lavoro con il booster Roco 10764 ed avendone bruciati due ho avuto modo di provarne 3 diversi sul plastico (sigh!).
Il problema l'ho avuto con tutti e tre.
Riguardo Railyplan l'ho provato, è stato il primo client che ho usato prima di Railroad Express di cui sono diventato betatester, ma sinceramente non mi ci sono trovato particolarmente bene, considerando che oltretutto non esiste un manuale in inglese ma solo in tedesco.
Riguardo al DDW io uso la V.0.7.6 fornita di default con Railroad Express e ti garantisco che non vanno più di 4 funzioni (me lo ha anche confermato Fred Stenens, l'olandese progettista di Railroad Express).

Alla prossima

greenant
PlasticoDigitale
Messaggi: 521
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 17:50
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Contatta:

#15 Messaggioda greenant » martedì 2 ottobre 2007, 22:59

leggera ha scritto:Ma l'SCRP, se non mi sbaglio, non è un programma che genera SOLO il segnale DCC prelevabile attraverso la seriale ?

Giusto o sbagliato ??

SRCP sta per Simple Railroad Command Protocol e quindi come tale è un protocollo e non un programma

Come ho detto in precedenza è un protocollo che serve per fare comunicare i vari client con il server, rifacendo ancora il parallelo posso dire

intellibox -> loconet - > fred
ddw -> srcp -> railyplan

Il server SRCP più famoso su questo forum è il DDW, ovvero Digital Direkt for Windows e si chiama così perchè è un port dell'originale DDL, Digital Direkt for Linux

Questo software è un server SRCP e come tale riceve le richieste dei vari client: richieste tipo sono ad esempio
*imposta le velocità  della locomotiva 15 a 18
*imposta lo scambio 88 su deviata
*accendi i fari della locomotiva 43

Il DDW poi traduce questi comandi in segnali compatibili con il DCC, simulando con la seriale l'uscita standard di una qualsiasi centrale DCC.
àˆ per questo che quindi si attacca il booster direttamente alla seriale

Esistono altri server SRCP che ad esempio si collegano alla intellibox via seriale, parlando appunto il linguaggio della intellibox

Quindi in definitiva l'SRCP è un protocollo di comunicazione e non è un software e quindi non va confuso con DDW, che è un server SRCP

Personalmente, se avessi un grosso plastico, l'SRCP (e quindi tutti i software che utilizzano questi protocolli) lo utilizzerei solamente per la gestione di tutti quegli automatismi che aiutano il ferromodellista, ad esempio gestire le retroazioni tramite s88 (sensori di presenza treno in primis) ed attivare i vari segnali di conseguenza

Trovo scomodo comandare le locomotive tramite software

Quindi io penserei ad un normale sistema dotato di centralina, palmari (meglio se wireless), sinottico e retroazioni, e poi alla centralina è connesso un pc che gestisce tutti quegli automatismi di cui sopra
Programming today is a race between software engineers striving to build bigger and better idiot-proof programs, and the universe trying to produce bigger and better idiots. So far, the universe is winning


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti