sensori per frenata

L'angolo degli smanettoni .Discussioni inerenti lo sviluppo di nuovi progetti DCC o l'hack di sistemi commerciali.

Moderatori: Seba55, Luca.Rubini

Messaggio
Autore
altalex71vr
TrenoDigitale
Messaggi: 57
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 14:48
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Verona

sensori per frenata

#1 Messaggioda altalex71vr » mercoledì 20 aprile 2016, 17:26

Ciao a tutti. Vorrei sottoporre un quesito. Magari è banale, ma per me no.
Utilizzo SW TrainController e ho realizzato un tracciato di prova. Ho creato dei blocchi utilizzando una S8 di Nuccio interfacciata al PC tramite la LNPC. Ho seguito tutte le procedure indicate per la configurazione delle loco in TRAINController, ma ho comunque un problema: nessuna delle 3 loco che ho configurato ha lo stesso comportamento all'interno di un blocco in cui ho configurato il rallentamento e la fermata.
Premetto anche che in tutte le loco ho configurato le CV3 e 4 = 0, la CV5=velocità massima desiderata, CV6= metà valore della CV5.
A questo punto vorrei implementare un sensore reed (o ditemi voi cos'altro) per il blocco del treno in un punto ben definito. Mi è giunta voce che è possibile anche modificare le stesse S8 ... qualcuno lo ha fatto?
Qualche altra idea corredata di schemi e foto?

Ciao e grazie a chiunque mi vorrà rispondere

Ale

Avatar utente
christian corradi
PlasticoDigitale
Messaggi: 377
Età: 44
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2005, 16:55
Scala: N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Multimaus Roco
Località: Genova

Re: sensori per frenata

#2 Messaggioda christian corradi » giovedì 28 aprile 2016, 17:08

Una domanda: in ogni blocco quanti sensori hai usato?
Il tuo problema è tipico di chi utilizza un solo sensore per blocco, che legge solo l'ingresso della loco nel blocco stesso e idi conseguenza la distanza di frenatura è solo funzione delle caratteristiche di decelerazione della loco.

Nell'utilizzo più corretto è consigliabile avere almeno 2 sensori per ogni punto di arresto che si vuole ottenere:
il primo legge l'entrata della loco nel blocco e comanda un rallentamento sino ad una determinata velocità; il treno rallentando sino a tale velocità percorrerà uno spazio più o meno lungo funzione delle caratteristiche di rallentamento della loco (come sopra), però poi proseguirà la sua corsa a velocità ridotta (fai conto al vero 20 km/h) sino ad incontrare il secondo sensore (molto prossimo al segnale di arresto) che ne comanda la frenata sino all'arresto.
Naturalmente anche quest'ultimo spazio è funzione delle caratteristiche di rallentamento della loco, ma partendo da una velocità molto bassa la variabilità è limitata.


Leggo però che tu hai configurato le CV3 e 4 = 0; pertanto lasci che sia il sw a gestire la curva di frenata dei treni?
In tale caso hai eseguito una precisa taratura delle loco ed inserita la stessa nel database del sw?

altalex71vr
TrenoDigitale
Messaggi: 57
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 14:48
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Verona

Re: sensori per frenata

#3 Messaggioda altalex71vr » giovedì 28 aprile 2016, 17:28

Ciao Christian.
Si è corretto ... uso un solo sensore per blocco. La cosa è dettata sia da necessità (essendo il blocco lungo al massimo un metro) sia da un fattore economico (se metto 2 sensori per ogni tratto di frenata, i costi si impennano).
Tra le altre cose, a essere precisi, ci vorrebbero 3 sensori: uno di rallentamento e due di frenata, uno per ogni senso di marcia.
Se però si potesse sostituire il sensore di frenata con un infrarosso, forse potrebbe essere una soluzione un pizzico più economica e la frenata potrebbe risultare più precisa.
Non so ... la mia era una provocazione (forse neanche tanto) per capire se qualcun altro si è posto lo stesso problema o se si è trovato nella mia stessa situazione e per sapere come ha risolto

Avatar utente
christian corradi
PlasticoDigitale
Messaggi: 377
Età: 44
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2005, 16:55
Scala: N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Multimaus Roco
Località: Genova

Re: sensori per frenata

#4 Messaggioda christian corradi » giovedì 28 aprile 2016, 19:10

Piuttosto di altri arcani tipo infrarossi, che comunque devi interfacciare alla centrale tramite i moduli di retroazione, è meglio inserire il secondo sensore.
Due bastano, alle estremità del blocco, lasciando un tratto neutro in mezzo: ciascuno fa da rallentamento per una direzione ed arresto per la direzione opposta.

La soluzione alternativa, ma sempre meno precisa, è programmare tu per tentativi le cv 3 e 4 in modo da calibrare gli spazi di frenata di tutte le loco

altalex71vr
TrenoDigitale
Messaggi: 57
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 14:48
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Verona

Re: sensori per frenata

#5 Messaggioda altalex71vr » giovedì 28 aprile 2016, 19:58

Ok... per ora sto raccogliendo un po' di info ed esperienze varie. Poi valuterò il da farsi. Fino ad ora i pareri sono un po' contrastanti e quindi voglio ponderare bene la scelta, valutando tutti i pro e tutti i contro.
Ad ogni modo mi vien da dire che comunque anche con due sensori nessuna loco si fermerà sempre nello stesso punto delle altre, o sbaglio?
Intanto grazie per la tua preziosa opinione.

Ale

Avatar utente
christian corradi
PlasticoDigitale
Messaggi: 377
Età: 44
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2005, 16:55
Scala: N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Multimaus Roco
Località: Genova

Re: sensori per frenata

#6 Messaggioda christian corradi » giovedì 28 aprile 2016, 20:03

La risposta è nella prima risposta che ti ho dato

Avatar utente
Buddace
Site Admin
Messaggi: 15134
Età: 40
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 17:25
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: TMWDCC TBX zDCC Lokmaus2 HornbySelect Arnold Intellibox Claudia_CommandStation
Località: Torino
Contatta:

Re: sensori per frenata

#7 Messaggioda Buddace » giovedì 28 aprile 2016, 20:31

altalex71vr ha scritto:Ad ogni modo mi vien da dire che comunque anche con due sensori nessuna loco si fermerà sempre nello stesso punto delle altre, o sbaglio?

Il primo sensore rallenta la loco a passo d'uomo, quando arriva sul secondo vista la bassa velocità si ferma subito.
Fondatore e amministratore di DCCWorld

http://www.DCCWorld.com - il sito dedicato interamente ai sistemi di controllo digitale per il modellismo ferroviario.

altalex71vr
TrenoDigitale
Messaggi: 57
Iscritto il: martedì 20 novembre 2007, 14:48
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Verona

Re: sensori per frenata

#8 Messaggioda altalex71vr » giovedì 28 aprile 2016, 21:07

Ciao Nuccio. Si questo lo immaginavo ... ma la mia perplessità è un po' più "profonda".
Mi spiego: in origine avevo pensato a dividere un blocco (in genere da me non è mai più lungo di un metro) in 3 sezioni (ognuna collegata ad un sensore), una da circa 80 cm, e 2 da 10 cm ciascuna, dove quella da 80 è quella dedicata al rallentamento e quelle da 10 alla fermata, rispettivamente a seconda del senso di marcia. Ho fatto però delle prove con un unico blocco lungo 100 cm e ho riscontrato il problema che cmq anche in fase di rallentamento nessuna delle mie loco ha il medesimo comportamento, nonostante abbiano tutte la CV3 e CV4 uguale a 0 o a 2 e nonostante abbia seguito la procedura come da manuale per la taratura della loco in Train Controller (ho fatto delle prove anche inserendo dei valori sulla compensazione di frenata). Perché tutte si fermino nello stesso punto, dovrei - ogni volta - andare ad agire sui parametri di rallentamento e fermata presenti sul sensore, a seconda della loco che ci sta transitando sopra. Il che mi fa pensare che anche se suddividessi il blocco come sopra (10+80+10), non tutte le loco uscirebbero dal sensore da 80cm alla stessa velocità e quindi la fermata nel blocco da 10 cm potrebbe non avvenire in ugual misura per tutte le loco. Purtroppo il sistema funzionerebbe solo se avessi delle sezioni di binario molto più ampi, ma nel mio caso è tutto abbastanza al limite e quindi anche qualche cm fa la differenza. Ecco perché vorrei capire se qualcuno si è dilettato con altri sistemi più "precisi" come magari l'infrarossi (per i quali so cmq esserci dei difetti). L'alternativa sarebbe quella di accorciare la lunghezza del convoglio, ma già con 100 cm di sezione ho una lunghezza di convoglio massima pari a 5 vagoni + loco. Se poi devo ridurne ulteriormente la lunghezza per aumentare lo spazio utile nei vari blocchi... uff ... che barba che noia, che noi che barba! :oP
Ovviamente il problema è da gestire solo in quelle sezioni di binario comprese tra 2 scambi quando il convoglio deve fermarsi con la testa prima di uno scambio, e la coda dopo aver liberato lo scambio su cui è transitato.
Lo so ... forse chiedo troppo, ma non voglio lasciare nulla di intentato.

Avatar utente
christian corradi
PlasticoDigitale
Messaggi: 377
Età: 44
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2005, 16:55
Scala: N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Multimaus Roco
Località: Genova

Re: sensori per frenata

#9 Messaggioda christian corradi » venerdì 29 aprile 2016, 15:05

Il sensore legge la presenza di un mezzo che assorbe corrente e lo tramuta in un segnale di occupato;
Il sw tramuta il segnale in un comando.
Pertanto quando il treno entra nel primo tratto di 10 cm il sw può dare il comando "rallenta sino a 20 km/h" (o 15 o quello che vuoi).
La loco inizia a rallentare ed il rallentamento avviene già dai primi 10 cm e prosegue negli 80 anche se questi non hanno sensore.
L'importante è che tutte le loco abbiano un rallentamento tale che rallentino dalla velocità max ai 20 (0 15...) in meno di 10+80 cm.
Se rallenta in 50 cm, poi percorre ancora 40 cm a velocità 20; se rallenta in 70 cm ne percorrerà ancora 20 etc.
percorsi i 10+80 cm entra nell'ultimo tratto da 10 cm dove riceve il comando di arresto;
partendo da una velocità molto bassa potrà arrestarsi in 4-8 cm ma credo che la tolleranza sia accettabile.

Quindi se lasci il rallentamento gestito dal decoder (il sw si limita a dare il comando rallenta sino a 20 e la loco rallenta secondo le impostazioni della CV4) allora fai delle prove tu: lanci la loco alla v max, poi freni e vedi in quanto si ferma; imposti CV4 in modo che freni in meno di 90 cm;

Se vuoi che il sw gestisca il rallentamento (quindi il sw da' in successione i comandi 28 step - 27 - 26 ....., ad intervalli di tempo regolabili), allora agisci sul sw affinchè tutte le loco si fermino sempre in meno di 90 cm, riducendo il tempo tra gli step.

marcoca76
PlasticoDigitale
Messaggi: 403
Iscritto il: giovedì 11 dicembre 2008, 12:20
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Montecelio ROMA

Re: sensori per frenata

#10 Messaggioda marcoca76 » martedì 3 maggio 2016, 15:45

prove interessanti


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti