Pagina 1 di 1

Motori, condensatori e indutanze

Inviato: giovedì 4 ottobre 2018, 1:39
da Razhell
Ciao a tutti ho una domanda, quando digitalizzate una loco, anche se predisposta con connettore, il condensatore e i 2 filtri antidisturbo li lasciate o li togliete ?
In rete non trovo una risposta definitiva e ora vi racconto cosa è successo, premetto che li ho sempre tolti dalle loco, tranne una, la mia prima, una Fleischmann scala N predisposta, a cui ho messo un ESU Lockpilot micro v4, beh ieri il motore è andato in fumo, la loco avrà girato per 15 ore al massimo in un anno, presa nuova, aperto il motore ho trovato i carboncini impastati di polvere, consumati per metà e il motore non gira, se mosso a mano fa mezzo giro e fuma.

Ho smontato lo smontabile e pulito molto bene con avio, oliato con olio fleischmann e rimesso 2 carboncini nuovi, in digitale non va ( il decoder si su un'altra loco) se provo a banco in cc il motore gira ma fa scintille sull'indotto e scotta parecchio e fuma, motore andato.

Ora la considerazione e vediamo se ha senso, il motorino a 3 poli della N usato con decoder è sollecitato a funzionare in PWM e non è proprio nato per quello, è sempre lo stesso motore delle analogiche, da anni, non vorrei che le 2 induttanze e il condensatore creino qualcosa che sollecita troppo il motore sui carboncini, li cuoce e brucia i collettori del rotore, questa è l'unica Fleishmann a cui ho lasciato le induttanze e il condensatore di fabbrica, mentre nelle alte, sempre N, li ho tolti ( una minitrix con tali componenti in digitale andava piano e a scatti), ora se in digitale fanno male perchè sul manuale non dicono di toglierli ??
Voi lasciate o togliete ?
Ciao e grazie per i vs commenti e considerazioni

Re: Motori, condensatori e indutanze

Inviato: giovedì 4 ottobre 2018, 20:01
da Buddace
Razhell ha scritto:Ciao a tutti ho una domanda, quando digitalizzate una loco, anche se predisposta con connettore, il condensatore e i 2 filtri antidisturbo li lasciate o li togliete ?i

Lascio, li andavo a togliere solo sulle non predisposte inguanto erano fonte di errori.

Re: Motori, condensatori e indutanze

Inviato: domenica 4 novembre 2018, 22:40
da Luca.Rubini
Io non ho mai tolto nulla alle loco

Re: Motori, condensatori e indutanze

Inviato: lunedì 5 novembre 2018, 7:53
da Fidax
Scusate se mi intrometto, nei modelli ove preseneti le induttanze, che valori di frequenza PWM usate?

Re: Motori, condensatori e indutanze

Inviato: sabato 24 novembre 2018, 13:42
da Beppe Epoca III
A proposito di condensatori, ho acquistato un decoder Zimo MX632V per digitalizzare modelli con motori Faulhaber; ho notato che da una estremità, escono due cavetti (uno grigio ed uno blu) che stando allo schema, dovrebbero essere collegati ad un condensatore 220uF 35V.
Essendo un neofita in questa materia, vorrei chiedere a chi è esperto, quale tipo di condensatore mi consigliate (elettrolitico, SMD...); a proposito di elettrolitici, il cavo in uscita più lungo, a quale polo va collegato?

Chiedo scusa per le domande che, per gli esperti, saranno sicuramente banali, ma ho necessità di imparare ed evitare di commettere errori...irreparabili!...

Ringrazio chiunque vorrà darmi una mano. Ciao
Beppe

Re: Motori, condensatori e indutanze

Inviato: domenica 16 dicembre 2018, 17:01
da daniele444
io alle loco non predisposte di presa decoder tolgo tutto compreso pcb interno il decoder cosi non ha problemi di conflitto

Re: Motori, condensatori e indutanze

Inviato: martedì 19 febbraio 2019, 13:31
da alpiliguri
Beppe Epoca III ha scritto:Essendo un neofita in questa materia, vorrei chiedere a chi è esperto, quale tipo di condensatore mi consigliate (elettrolitico, SMD...); a proposito di elettrolitici, il cavo in uscita più lungo, a quale polo va collegato?

Sugli elettrolitici ho sempre visto chiaramente indicato sull'involucro il simbolo (-) vicino a uno dei due poli. Comunque la regola è PIU lungo (+) e MENO lungo (-).
Elettrolitico, vista la capacità, è una scelta obbligata, poi che sia in versione standard o SMD dipende dallo spazio e da come lo vuoi saldare.
SMD è un tipo di tecnica costruttiva adatto alla saldatura sulla superficie degli stampati, non è un tipo di condensatore.
Un 220 uF 35 V è molto piccolo e facile da posizionare, ti consiglio di prenderlo standard con i reofori, sarà più facile saldarlo a dei fili.

Re: Motori, condensatori e indutanze

Inviato: sabato 23 marzo 2019, 1:02
da Beppe Epoca III
alpiliguri ha scritto:
Beppe Epoca III ha scritto:Essendo un neofita in questa materia, vorrei chiedere a chi è esperto, quale tipo di condensatore mi consigliate (elettrolitico, SMD...); a proposito di elettrolitici, il cavo in uscita più lungo, a quale polo va collegato?

Sugli elettrolitici ho sempre visto chiaramente indicato sull'involucro il simbolo (-) vicino a uno dei due poli. Comunque la regola è PIU lungo (+) e MENO lungo (-).
Elettrolitico, vista la capacità, è una scelta obbligata, poi che sia in versione standard o SMD dipende dallo spazio e da come lo vuoi saldare.
SMD è un tipo di tecnica costruttiva adatto alla saldatura sulla superficie degli stampati, non è un tipo di condensatore.
Un 220 uF 35 V è molto piccolo e facile da posizionare, ti consiglio di prenderlo standard con i reofori, sarà più facile saldarlo a dei fili.


Grazie per le precisazioni.

Beppe