Presentazioni e info varie

Discussioni inerenti l'esecizio, l'installazione e la gestione di sistemi digitali per il modellismo ferroviario.

Moderatori: Luca.Rubini, Seba55, peppardo

Messaggio
Autore
giokaimano
DCCReady
Messaggi: 18
Iscritto il: lunedì 26 marzo 2007, 18:57
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Trento

Presentazioni e info varie

#1 Messaggioda giokaimano » martedì 27 marzo 2007, 16:28

Salve, sono nuovo del forum e volevo salutare tutti i forumisti digitalisti!
Vengo al sodo: siccome sono un novizio del digitale e vorrei però utilizzare il dcc sul mio nuovo plastico mi trovo inevitabilmente ad affrontare alcuni dubbi. Mi scuso fin da subito per il numero delle domande ma non avendo internet a casa cerco di ottimizzare il tempo da trascorrere al centro Internet! Grazie per la pazienza!
1. Per gestire la stazione nascosta devo ricorrere a dei normali sezionamenti di binario per far fermare il treno in un punto ben stabilito? (termine del binario di ricovero) Se si, bisogna isolare una o entrambe le rotaie, e quindi utilizzare un interruttore unipolare o bipolare?
2. avendo già  dei motori Peco "normali" posso utilizzarli o bisogna ricorrere per forza a quelli "speciali" per il dcc? E per quelli roco ci sono problemi?
3. Sul plastico ci saranno piattaforma girevole e ponte trasbordatore: come vanno alimentati/comandati?
4. Vorrei utilizzare l'SRCP è una scelta giusta per un principiante o meglio adottare un sistema commerciale? (vedi multimaus roco)
5. E' possibile automatizzare la stazione nascosta?
Per ora è tutto ma sicuramente verranno fuori altri dubbi che sicuramente mi aiuterete a superare! Grazie e buon treno a tutti!

Avatar utente
gandalf
PlasticoDigitale
Messaggi: 119
Iscritto il: giovedì 7 dicembre 2006, 13:23
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Digitale SRCP
Località: Vicenza

#2 Messaggioda gandalf » martedì 27 marzo 2007, 22:40

Ti rispondo secondo la mia esperienza, che è decisamente inferiore a molti altri del forum, soprattutto per il fatto che anch'io qualche tempo fa ero nelle tue stesse condizioni e so che cominciare non è facile...

La scelta dell'SRCP, secondo me è la scelta giusta per un principiante, io attualmente uso questo sistema su un piccolo plastico di prova, ciò mi ha permesso di capire alcune cose e ora stò costruendo un plastico più grande sempre con l'ausilio di questo "economico e pratico" sistema.
Questo è uno schema che forse può aiutarti nelle connessioni:

Immagine


Se utilizzi un software di gestione puoi fare a meno di tanti interruttori bipolari o monopolari...
Puoi dividere l'intero plastico in sezioni, isolando un solo binario, e facendo controllare ogni tratta da una uscita di un modulo di occupazione S88.
http://www.dccworld.it/index.php?page=d ... _full.html

Con tal sistema, utilizzando un software adeguato (client SRCP) puoi seguire i treni e comandare la fermata o il rallentamento in una determinata tratta...

Per esempio puoi dare una occhiata quì:
http://www.dccworld.it/forum/viewtopic.php?t=2687
oppure quì
http://www.dccworld.it/forum/viewtopic.php?t=2721

Con questo sistema nel mio plastico di prova, dopo aver sbattuto la testa nelle pietre per mesi, ora gestisco le tabelle orarie in automatico e i treni partono, rallentano e si fermano per tot tempo alla stazione in maniera del tutto automatica. :D

Riguardo agli scambi posso dirti che le classiche bobile Peco e Roco vanno bene anche per il DCC, io le stò usando regolarmente con dei decoder Arnold S4.

Certo se non si ha un po' di pratica con saldature e basette varie, o si vuole andare sul commerciale ci sono moltissimi sistemi più o meno validi, potrei sbilanciarmi ma per non dire qualche castroneria è meglio che lasci la parola a chi senz'altro ne sa più di me.... :roll:

Buona fortuna.
Ciauz.
Plastico digitale automatico - SRCP

giokaimano
DCCReady
Messaggi: 18
Iscritto il: lunedì 26 marzo 2007, 18:57
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Trento

#3 Messaggioda giokaimano » giovedì 29 marzo 2007, 17:04

Ciao e grazie gandalf per la tua risposta! Vediamo se ho capito: dovrei far controllare ogni parte dei binari della stazione nascosta posta subito prima dello scambio di uscita (per intenderci dove in analogico si metteva il sezionamento) da un modulo s88 il quale mi dice che il treno è in quel punto e lo devo fermare. O si ferma da solo??? :?: :?: Ma il binario va comunque sezionato in modo che venga controllato dal relativo s88...?
Ma quanto costano questi s88? Perchè già  sto facendo i conti tra decoder per scambi e per circa una trentina di loco...

L'idea di un "diorama" di prova è molto buona!!!

Visto che mi pare di aver capito che sei un intenditore di software per l'srcp ho alcune domande in merito. Ho visto su un numero di ttm (dove ho scoperto l'srcp) che su railyplan (che ho già  scaricato e ho già  costruito il tracciato) associavano una foto del prototipo reale FS ad ogni loco controllata, ma non ho capito come fare a sostituire le foto precaricate con altre. Sai come si fa?
Ho scaricato anche Railroad Express e il tuo file per l'italiano ma non sono riuscito ad inserirlo, come fare?

Ciao e grazie mille!
PS: visto che sei di Vicenza (io sono di Trento) non è che sabato sera sarai a Pd per lo "stage" della Roco sui geoline e multimaus?

pinky
TrenoDigitale
Messaggi: 71
Iscritto il: venerdì 6 ottobre 2006, 0:06
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Rovereto

#4 Messaggioda pinky » venerdì 30 marzo 2007, 11:06

Per quanto riguarda il file del linguaggio basta sostituirlo al file originale e lanciando il programma dovrebbe già  vederlo.
Se non ti compaiono le scritte in italiano vai nel secondo menu a discesa (non ti indico i nomi dei menu perchè cambiano con la lingua che hai correntemente attiva), col quarto e ultimo comando della lista ti si apre una finestra di impostazione parametri, vai nella scheda opzioni e lì scegli la lingua confermi e chiudi railroad.
Quando lo rilanci dovrebbe partire in italiano.
Ciao
paolo
PS: lo schema di gandalf è la rappresentazione più chiara e concetrata di tutte le informazioni di cui hai bisogno e che puoi trovare un po' qui e n po' lì nei vari topic.
Per i decoder per scambi ti confermo che gli Arnold vanno bene e non costano eccessivamente. Se hai problemi con la programmazione scrivimi.

fabrghez
TrenoDigitale
Messaggi: 50
Età: 49
Iscritto il: sabato 23 luglio 2005, 13:41
Scala: N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Lokmouse 2 Dcc_gen S88-opto Rocrail ClaudiaCS
Località: Iseo (BS)
Contatta:

#5 Messaggioda fabrghez » venerdì 30 marzo 2007, 11:42

Ciao a tutti
domanda sui decoder arnold S4, questi decoder vanno bene per scambi fleischmann N piccolo :?:

Grazie ciao Fabrizio

pinky
TrenoDigitale
Messaggi: 71
Iscritto il: venerdì 6 ottobre 2006, 0:06
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Rovereto

#6 Messaggioda pinky » venerdì 30 marzo 2007, 12:12

Non ho idea di come siano fatti gli scambi di cui parli.

I decoder S4 Arnold hanno la possibilità  di controllare fino a 4 "articoli magnetici" con movimento bilaterale, tipicamente i "motori" per scambi. Per controllare ogni singolo motore ci sono i classici tre contatti a cui attacchi i tre fili che escono dal "motore".
Al decoder arrivano da un lato i due fili del segnale DCC; dal lato opposto colleghi l'alimentazione 15-16V alternati e poi controlli tutto con pulsantiera Arnold, Maerklin, .... o meglio con l'SRCP.

Solo la programmazione, che fai una sola volta e in pratica consiste nel far sapere al decoder quali sono i numeri associati alle sue uscite (al decoder 1 sono associate le uscite da 1 a 4, al decoder 2 le uscite da 5 a 8,...) è un po' più difficoltosa se hai solo l'SRCP.

Spero di essere stato sufficientemente chiaro

Paolo

giokaimano
DCCReady
Messaggi: 18
Iscritto il: lunedì 26 marzo 2007, 18:57
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Trento

#7 Messaggioda giokaimano » sabato 31 marzo 2007, 18:15

Riguardo ancora agli s88+automatismi. Non ho ben capito come si integrano gli s88 con gli automatismi. Una volta che l's88 relativo al binario interessato ha rilevato su questo un assorbimento di corrente cos'è che poi dice al treno di fermarsi? L's88 stesso?

Riguardo ancora l'srcp: si può "integrare" il sistema con un comando di tipo tradizionale tipo multimaus roco? (naturalmente utilizzando come booster un Roco). Perchè dico questo. Perchè se l'interfaccia per comandare il plastico (scambi, itinerari, segnali) è molto comoda, per comandare le loco, un pò meno, soprattutto se si è in due a "giocare" (il mouse del computer è uno solo...). Un pò quello che farà  il nuovo Rocomotion, software per gestire il plastico che integra il multimaus... Forse chiedo troppo!

Decoder per scambi: sono compatibili (possono coesistere insieme nello stesso impianto) decoder Arnold s4 e roco?

Buon treno a tutti!
Ultima modifica di giokaimano il sabato 31 marzo 2007, 19:20, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
cicocri
PlasticoDigitale
Messaggi: 805
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 22:37
Scala: N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico e Digitale
Località: Forli
Contatta:

#8 Messaggioda cicocri » sabato 31 marzo 2007, 19:15

fabrghez ha scritto:Ciao a tutti
domanda sui decoder arnold S4, questi decoder vanno bene per scambi fleischmann N piccolo :?:

Grazie ciao Fabrizio

Ho la tua stessa configurazione... gli s4, li ho in casa ma devo ancora provare il tutto.. ti farò sapere appena eseguo... comunque dovrebbero funzionare visto che sono alimentati dai classici 15-16-17 volt alternati
Ultima modifica di cicocri il sabato 31 marzo 2007, 19:21, modificato 1 volta in totale.
PROTETTO DA
Immagine
Firma:
Non trovare difetti.... Trova rimedi e provvedi....Se puoi

Avatar utente
cicocri
PlasticoDigitale
Messaggi: 805
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 22:37
Scala: N
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico e Digitale
Località: Forli
Contatta:

#9 Messaggioda cicocri » sabato 31 marzo 2007, 19:19

gandalf ha scritto:Ti rispondo secondo la mia esperienza, che è decisamente inferiore a molti altri del forum, soprattutto per il fatto che anch'io qualche tempo fa ero nelle tue stesse condizioni e so che cominciare non è facile...

La scelta dell'SRCP, secondo me è la scelta giusta per un principiante, io attualmente uso questo sistema su un piccolo plastico di prova, ciò mi ha permesso di capire alcune cose e ora stò costruendo un plastico più grande sempre con l'ausilio di questo "economico e pratico" sistema.
Questo è uno schema che forse può aiutarti nelle connessioni:

Immagine


Se utilizzi un software di gestione puoi fare a meno di tanti interruttori bipolari o monopolari...
Puoi dividere l'intero plastico in sezioni, isolando un solo binario, e facendo controllare ogni tratta da una uscita di un modulo di occupazione S88.
http://www.dccworld.it/index.php?page=d ... _full.html

Con tal sistema, utilizzando un software adeguato (client SRCP) puoi seguire i treni e comandare la fermata o il rallentamento in una determinata tratta...

Per esempio puoi dare una occhiata quì:
http://www.dccworld.it/forum/viewtopic.php?t=2687
oppure quì
http://www.dccworld.it/forum/viewtopic.php?t=2721

Con questo sistema nel mio plastico di prova, dopo aver sbattuto la testa nelle pietre per mesi, ora gestisco le tabelle orarie in automatico e i treni partono, rallentano e si fermano per tot tempo alla stazione in maniera del tutto automatica. :D

Riguardo agli scambi posso dirti che le classiche bobile Peco e Roco vanno bene anche per il DCC, io le stò usando regolarmente con dei decoder Arnold S4.

Certo se non si ha un po' di pratica con saldature e basette varie, o si vuole andare sul commerciale ci sono moltissimi sistemi più o meno validi, potrei sbilanciarmi ma per non dire qualche castroneria è meglio che lasci la parola a chi senz'altro ne sa più di me.... :roll:

Buona fortuna.
Ciauz.


Molto bello il tuo schemino.... se non sbaglio hai usato i viessmann 5233... mi faresti vedere (foto) l'interfaccia che hai creato per collegarli al sistema scrp della parallela..
PROTETTO DA

Immagine

Firma:

Non trovare difetti.... Trova rimedi e provvedi....Se puoi

Avatar utente
gandalf
PlasticoDigitale
Messaggi: 119
Iscritto il: giovedì 7 dicembre 2006, 13:23
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Digitale SRCP
Località: Vicenza

#10 Messaggioda gandalf » domenica 1 aprile 2007, 10:10

Ciao Cicocri.
L'interfaccia non è niente di speciale... si potrebbe fare anche molto meglio ma funziona bene. Ti mando le foto:

Immagine

Immagine

Rispondendo a GioKaimano:
Riguardo ancora agli s88+automatismi. Non ho ben capito come si integrano gli s88 con gli automatismi. Una volta che l's88 relativo al binario interessato ha rilevato su questo un assorbimento di corrente cos'è che poi dice al treno di fermarsi? L's88 stesso?


E' il software che da gli automatismi. L'S88 serve solamente a rilevare una presenza in una determinata tratta, in base a questa presenza tramite il Client dell'SRCP stabilisci gli automatismi.

Ciao.
Plastico digitale automatico - SRCP

giokaimano
DCCReady
Messaggi: 18
Iscritto il: lunedì 26 marzo 2007, 18:57
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Trento

#11 Messaggioda giokaimano » lunedì 2 aprile 2007, 19:44

Scusate se torno sullo stesso argomento, nel mio precedente messaggio avevo scritto:
Riguardo ancora l'srcp: si può "integrare" il sistema con un comando di tipo tradizionale tipo multimaus roco? (naturalmente utilizzando come booster un Roco). Perchè dico questo. Perchè se l'interfaccia per comandare il plastico (scambi, itinerari, segnali) è molto comoda, per comandare le loco, un pò meno, soprattutto se si è in due a "giocare" (il mouse del computer è uno solo...). Un pò quello che farà  il nuovo Rocomotion, software per gestire il plastico che integra il multimaus... Forse chiedo troppo!

Ed aggiungendo (premetto che sto lavorando molto di "fantasia"): potrei controllare, naturalmente con due booster separati, gli scambi e gli automatismi tramite l'SRCP e con l'altro solo la trazione, con un prodotto commerciale?

Grazie gandalf delle tue risposte e allora ti chiedo ancora un pò di pazienza: con quali comandi del Railyplan riesco ad impostare gli automatismi?
Grazie e buon treno a tutti!

Avatar utente
Buddace
Site Admin
Messaggi: 15790
Età: 41
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 17:25
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: TMWDCC TBX zDCC Lokmaus2 HornbySelect Arnold Intellibox Claudia_CommandStation
Località: Torino
Contatta:

#12 Messaggioda Buddace » lunedì 2 aprile 2007, 20:15

Riguardo ancora l'srcp: si può "integrare" il sistema con un comando di tipo tradizionale tipo multimaus roco?

NO

Ed aggiungendo (premetto che sto lavorando molto di "fantasia"): potrei controllare, naturalmente con due booster separati, gli scambi e gli automatismi tramite l'SRCP e con l'altro solo la trazione, con un prodotto commerciale?

SI
Fondatore e amministratore di DCCWorld

http://www.DCCWorld.com - il sito dedicato interamente ai sistemi di controllo digitale per il modellismo ferroviario.

pinky
TrenoDigitale
Messaggi: 71
Iscritto il: venerdì 6 ottobre 2006, 0:06
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Rovereto

#13 Messaggioda pinky » martedì 3 aprile 2007, 11:39

Vorrei fare una precisazione o una richiesta di chiarimenti, non so come definirla. Forse punto della situazione è l'espressione più giusta.
Le rispote di Buddace sono sempre chiare ma anche estremamente succinte.

Sulla base di quanto letto qua e là  nel forum mi sembra di aver capito che è fattibile, e anche, per certi versi, consigliabile gestire separatamente scambi ed accessori e la trazione (Buddace ha scritto in un altro topic: "Il discorso dei due booster anche in caso dia limentazione separata per i decoder accessori ha un suo significato.
In caso di corto circuito sui binari, ad esempio tallonamento di uno scambio polarizzato, il segnale dcc viene interrotto dalla rpotezione. A questo punto per risolvere il problema nons i può mouvere lo scambio in quanto...non c'è il dcc e biaona togliere mano la loco. Con due booster invece inc aso dic orto viene interrotto solo quello della trazione mentre quello degli accessorir imani in funzione. Di conseguenza si può muovere comodamente con il dcc lo scambio in questione senza usare le mani sul plastico.
Il nostro plastico di CV19 è fatto così."

http://www.dccworld.it/forum/viewtopic.php?t=2697

Quello che non credo sia possibile, e qui chiedo conferma, è gestire separatametne la trazionee gli automatismi. Dal momento che la quasi totalità  dei vari sistemi DCC non riconosce quale loco è in movimento, come farebbe un sistema gestito in automatico da PC a sapere quale loco è arrivata ad attivare un certo sensore se il movimento della loco è giudato manualmente?
Dovrebbe esserci una comunicazione tra il comando manuale e il software che a tutt'oggi non ho ancora visto.
Allo stato attuale, per quanto credo di aver capito, il PC sa quale loco è arrivata in un certo punto e sa cosa farle fare solo perchè è stato lui ad attivarla e la ha seguita fino a quel punto.

Allo stato attuale, con il controllo manuale della trazione separato dalla gestione degli instradamenti via PC, correggetemi se sbaglio, non si farebbe qualcosa di molto diverso da quello che si faceva con le vecchie memorie o pulsantiere Maerklin (io non le ho mai usati ma credo di aver letto da qualche parte che servivano per gli instradamenti). Non so se si tratta di un passo avanti. Probabilmente ci vogliono almeno due persone uno che manovra le loco e l'altro che col PC sceglie dove farle andare.

Sarei contento di ricevere smentite.

Forse la Roco ha fatto un sistema che mescola insieme le due cose ma, non conoscendone le caratteristiche, non riesco ad apprezzarne bene la portata.

Ciao
Paolo

Avatar utente
Buddace
Site Admin
Messaggi: 15790
Età: 41
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 17:25
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: TMWDCC TBX zDCC Lokmaus2 HornbySelect Arnold Intellibox Claudia_CommandStation
Località: Torino
Contatta:

#14 Messaggioda Buddace » martedì 3 aprile 2007, 11:47

La soluzione è semplice, basta una sola centrale digitale collegata al pc da cui escono più booster..uno per trazione ed uno per il resto.
il software su pc offre sufficiente flessibilità  da permettere quello che vuoi realizzare.
Fondatore e amministratore di DCCWorld

http://www.DCCWorld.com - il sito dedicato interamente ai sistemi di controllo digitale per il modellismo ferroviario.

pinky
TrenoDigitale
Messaggi: 71
Iscritto il: venerdì 6 ottobre 2006, 0:06
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico
Località: Rovereto

#15 Messaggioda pinky » martedì 3 aprile 2007, 17:42

Il collegamento della centrale esterna al PC mi interessa solo per curiosità .

Invece, dal momento che mi trovo ad aver costruito due booster zDCC (il primo non andava e allora ho provato a farne un altro prima di capire che il problema erano gli integrati IRF che il negoziante mi aveva dato in sostituzione di quelli indicati sul sito che non erano disponibili, sostituiti quelli mi sono trovato due booster funzionanti), sarei molto più interessato a capire come collegarli insieme all'uscita del PC in modo da far gestire ad uno la trazione e all'altro gli scambi tramite lo stesso client SRCP.

Inoltre, due booster implica due trasformatori? Non è possibile collegarli allo stesso trasformatore dal momento che il secondo boster deve comandare solo i decoder degli scambi che assorbono poca corrente?

Potresti darmi qualche indicazione, uno schema o qualche link per approfondire l'argomento.

Grazie
Paolo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti