Il sistema digitale TBX di Alessandro Tardioli

(27 agosto 2002)
Ecco un sistema digitale da costruirsi in casa. Per realizzarlo sono necessarie le basilari conoscenze per la realizzazione di circuiti elettronici ma sopratutto è necessario un PC per il suo utilizzo.
Il PC non controlla nulla in automatico, ha solo il compito di generare i segnali digitali necessari per il funzionamento dell'impianto. Ciò significa che siamo noi a comandare le loco in modo totalmente manuale senza alcun automatismo (fermiamo, rallentiamo, cambiamo verso, etc...). La recensione tratterà esclusivamente i controlli usati dal software DOS TMWDCC.
 
Caratteristiche principali:
  • Standard DCC NMRA;
  • Supporto di 127 locomotive in modalità o 14 o 28 step;
  • supporto di 900 indirizzi per accessori;
  • Controllo delle loco con 2 diverse modalità di velocità 14, 28  (se non sai cosa vuol dire leggi le FAQ);
  • Controllo di 4 funzioni ausiliare più luci per ogni decoder locomotiva;
  • Comando di un massimo di 9 macchine in contemporanea;
  • (- non ancora sperimentata - possibilità di pilotare  una locomotiva tramite un comunissimo telecomando TV);
  • Possibilità di programmare tutte le CV;
  • Possibilità leggere il contenuto di una qualsiasi CV;
  • Collegando più booster è possibile aumentare la potenza complessiva del sistema. Ogni booster eroga 4A di corrente, 2 booster posso erogare 8A di corrente e cosi via;
  • Binario di programmazione separato dal resto dell'impianto;
  • Richiede un PC con software DOS; la configurazione minima richiesta è: processore 80286, 640K di Ram, Scheda Video, Monitor, Lettore Floppy, Tastiera, porta stampante e porta Joystick (è evidente che un qualsiasi computer abbastanza recente possieda ben oltre le caratteristiche minime);
  • Software DOS TMW (windows TBX in fase di Test);
  • Si tratta di un sistema artigianale.
 
I componenti del TBX.

Centralina

Booster

Modulo Relè

Board di Controllo
Descrizione generale.
Questo sistema è un evoluzione del sistema TMWDCC (prossimamente ne troverete una recensione su questo sito) di cui possiede molte qualità, in più le modifiche introdotte da Alex Tardioli lo rendono estremamente versatile e potente. Una delle molteplici qualità del sistema è la possibilità di realizzarlo in proprio, spendendo molto meno rispetto ad un sistema commerciale. Trattandosi di un sistema modulare permette di scegliere ciò che si vuole realizzare. Infatti per farlo funzionare  sono fondamentali  solo due componenti: la centralina ed il booster. Gli altri moduli (board di controllo, modulo relè e ackdetector) sono opzionali e possono essere realizzati in un secondo momento, sperimentando il tutto e decidendo successivamente se continuare o meno su questa strada.

Il booster è in grado di erogare 4 A, ma è possibile aumentare la potenza dell'impianto collegandone un altro in cascata al primo.

Come board di comando possiamo scegliere diverse opzioni. Io ho inizialmente optato per una board unica che raggruppasse i throttle ma dopo aver usato il Lokmaus2 del mio amico Andrea mi sono accorto che è molto più comodo avere i throttle separati su diverse board in modo che ognuno possa tenere il mano il proprio e comandare una loco. Come throttle possiamo scegliere fra 3 opzioni (A, B e C).
Il throttle A permette di controllare solo la velocità ed il verso della nostra macchina ed è possibile collegarne fino ad un massimo di 8. Il throttle B, oltre alla velocità e verso, permette di controllare le funzioni ausiliarie più le luci (un interruttore per ogni funzione) e se ne possono collegare fino a 4. Infine il throttle C offre gli stessi controlli del B ma utilizzando un unico pulsante. Il suo funzionamento è il seguente: quando la loco è ferma con il pulsante è possibile controllare solo la direzione della macchina, invece quando essa è in movimento in base al numero di pressioni del pulsante si vanno a controllare le funzioni della loco (con una pressione si attiva la funzione 2, con due pressioni la funzione 3, etc...). E' possibile collegare fino un massimo di 8 throttle tipo C.
Per tutti i tipi di throttle è possibile in ogni caso comandare le funzioni e le luci ausiliare da tastiera con i tasti F1 per la funzione 1, F2 per la funzione 2 e così via. Dalla tastiera del PC è possibile pilotare un ulteriore loco.

Anche se non l'ho ancora sperimentato, usando una particolare versione del TMWDCC e costruendosi un ulteriore circuito è possibile comandare una loco (e forse anche gli accessori) tramite un telecomando TV di tipo universale. Molto comodo in quanto per comandare il tutto non si è vincolati da un cavo.

Per quanto riguarda il software di controllo il TMWDCC offre  tantissime funzioni. E' possibile programmare i decoder, l'ackdetector (se presente), di leggere i valori programmati; inoltre permette di salvare o leggere i valori delle CV dei propri decoder su file permettendo di poter cambiare velocemente i parametri dei nostri rotabili (la gestione tramite file facilita la scelta delle varie CV).

 
La realizzazione
Qui puoi trovare la realizzazione del sistema TBX.
 
Il sito con gli schemi elettronici.
Il sito di Alex Tardioli
 
Pro
Spendendo meno di € 100 è possibile realizzare un sistema digitale completo di tutto.
 
Contro.
L'obbligo di usare un PC (anche datato) ne sconsiglia la realizzazione a chi non ne possiede uno. In più il computer è molto ingombrante e lo spazio si sa, non basta mai. Infine per realizzare questo sistema sono necessarie una manualità e alcune nozioni di elettronica non proprio alla portata di tutti.


Dai un voto a questa pagina:

Rating: 2.4/5 (71 votes cast)

(Unobtrusive) AJAX Star Rating Bar Homepage


Ricerca personalizzata
DCCWorld

Informazioni

Home
Iniziare con il DCC
FAQ
Eventi
News

Recensioni

Centrali Digitali
Decoder
Accessori Digitali
Software
Impianti Digitali

Guide

Digitalizziamo le Loco
Database Rotabili
Programmazione CV
Progetti Digitali
Intellibox Bus - Loconet
Il mio sistema digitale
Cablaggi

Documenti Utili

Informazioni Tecniche
Glossario Digitale
Manuali Prodotti
Video

Risorse

Contatti
Forum
Chat
Links
Lo Staff di DCCWorld
RSS