Causa guasto decoder Digikeijs 4018

Discussioni inerenti l'esecizio, l'installazione e la gestione di sistemi digitali per il modellismo ferroviario.

Moderatore: Seba55

Messaggio
Autore
elpao
TrenoDigitale
Messaggi: 68
Iscritto il: giovedì 5 gennaio 2006, 15:06

Causa guasto decoder Digikeijs 4018

#1 Messaggioda elpao » giovedì 11 agosto 2022, 18:39

Buonasera
Con un gruppo di amici stiamo costruendo un plastico sociale con controllo di deviatoi in digitale. Sono stati utilizzati dei decoder per deviatoi misti: Lenz LS150, Arnold 86250, e digikeijs DR4018 e un decoder Paco's, tutti alimentati con un trasformatore AC Titan da 16V. La centrale usata e la Roco 10764 con Multimaus. Uno dei decoder digikeijs ha evidenziato un problema: dopo aver dato il comando esecutivo per deviare lo scambio, questo non si è attivato, poi a distanza di un paio di secondi è stato attivato nuovamente e tutti gli otto gli elettromagneti(Roco) collegati al Digikeijs, si sono attivati tutti contemporaneamente spostando gli aghi da una parte all'altra in maniera incontrollabile. E' stato disalimentato, atteso un 5 min e poi ricollegato ma si è ripresentato il problema. A questo punto è stato smontato il decoder e visivamente due MOSFET risultavano danneggiati. Sono stati rimossi tutti e otto i MOSFET e alimentato il circuito a 12V continui. Si è constato che anche il PIC (un 16F690) risultava incandescente, a questo il decoder è da sostituire. La domanda non è riguardante a come ripararlo ma quale può essere la causa che ha generato il problema? Almeno eviteremo altri guasti. Sulle istruzioni digikeijs risulta sulle specifiche che si può usare l'alimentazione CC e AC però indica che "può l'alimentazione AC creare problemi".
Grazie

Senialas
PlasticoDigitale
Messaggi: 319
Iscritto il: lunedì 23 gennaio 2012, 12:06
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: PIKO SmartControl + TrainController

Re: Causa guasto decoder Digikeijs 4018

#2 Messaggioda Senialas » giovedì 11 agosto 2022, 23:29

Veramente il manuale del decoder Digikeijs riporta 12-18V DC come alimentazione, cioè corrente continua.
Scusa perché usate ancora gli elettromagneti e non motori lenti o meglio ancora i servo?

Marco Fornaciari
PlasticoDigitale
Messaggi: 353
Iscritto il: martedì 23 novembre 2010, 13:47
Scala: H0
Ho il plastico: No
La mia centrale digitale.: Analogico e Digikeijs
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)

Re: Causa guasto decoder Digikeijs 4018

#3 Messaggioda Marco Fornaciari » giovedì 11 agosto 2022, 23:39

La spiegazione è in questa traduzione, che non è altro che il riporto di un legge fondamentale dell'elettrotecnica per le correnti alternate sinosuidali.

Quando si utilizzano trasformatori "vecchi" (uscita CA), in determinate circostanze possono verificarsi malfunzionamenti durante il funzionamento. Quando si utilizza un trasformatore, esso
va inoltre notato che la tensione di uscita del trasformatore deve essere moltiplicata per 1,4 e quindi viene applicata una tensione maggiore all'uscita del trasformatore
il DR4018 che all'ingresso (potenza).
Per questo motivo si consiglia generalmente l'utilizzo di alimentatori switching con uscita di almeno 12V (DC).
tensione (tensione continua) e potenza di uscita 3A al massimo carico delle uscite.

Pertanto 16 x 1,4 = 24,4 a cui si aggiunge il fatto che quel trasformatore a vuoto o con basso assorbimento magari eroga 18 V.

Quindi meglio alimentare in DC max 16 V da alimentatore stabilizzato o switching.

Il "vecchi" però non c'entra nulla, tutti i trasformatori di bassa potenza e basso prezzo funzionano così, salvo quelli progettati come si deve, che poi nel mercato del privato il basso prezzo sia un concetto indefinito è una cosa diversa. :?
Saluti
Marco Fornaciari
____________________________________________________________
Meglio essere folli per proprio conto, che saggio con le idee degli altri.
F.W. Nietzshe

elpao
TrenoDigitale
Messaggi: 68
Iscritto il: giovedì 5 gennaio 2006, 15:06

Re: Causa guasto decoder Digikeijs 4018

#4 Messaggioda elpao » venerdì 12 agosto 2022, 18:40

Dopo il post di Marco Dornaciari, ho controllato il manuale che avevo e ho confrontato con la versione in inglese. Effettivamente SOLO sulla versione italiana fa riferimento all'uso di entrambe le alimentazione CC e AC. Questo comporterà a complicazioni nell'averre un unuìica fonte di aliemtazione per tutto. Per quanto riguardo i motori per gli scambi abbiamo usato quelli che avevamo già disponibili anche a lenta corsa (Conrad).

Marco Fornaciari
PlasticoDigitale
Messaggi: 353
Iscritto il: martedì 23 novembre 2010, 13:47
Scala: H0
Ho il plastico: No
La mia centrale digitale.: Analogico e Digikeijs
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)

Re: Causa guasto decoder Digikeijs 4018

#5 Messaggioda Marco Fornaciari » venerdì 12 agosto 2022, 22:41

Allora, quasi tutti i decoder per accessori possono essere alimentati sia in CC che in CA, vediamo il perchè.
Il segnale digitale è un onda quadra bipolare, quindi da -V a +V passando per lo 0, la corrente alternata, pur essendo una cosa ben diversa, ha lo stesso comportamento.
Non dimentichiamo che la quasi totalità dei decoder accessori può essere alimentata sia dal segnale DCC sia da altra fonte; anzi per alcune operazioni di configurazione bisogna sempre alimentarli dal segnale DCC.

A fronte di quanto sopra in ingresso all'alimentazione di potenza del decoder c'è un ponte raddrizzatore seguito da un circuito stabilizzatore, diversamente il decoder non funzionerebbe, però la tensione deve rimanere nei limiti ammessi dai componenti interni.

Potrebbe essere che i componenti interni al decoder sopportino massimo 20-22 V, dato che il decoder è dichiarato fino a 18 V, per alimentarlo in corrente alternata non bisogna superare i 13 V.
Saluti
Marco Fornaciari
____________________________________________________________
Meglio essere folli per proprio conto, che saggio con le idee degli altri.
F.W. Nietzshe


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 28 ospiti